dentifricio fatto in casa: argilla, salvia e timo

dentifricio fatto in casaPrepararsi un dentifricio fatto totalmente in casa con ingredienti facilmente reperibili si può. La preparazione è estremamente rapida, gli ingredienti molto economici (senza pregiudicare l’efficacia del risultato finale), il dentifricio, pur essendo totalmente privo di conservanti, si mantiene inalterato a lungo, perché manca la componente acquosa. Perché non provare?

ingredienti del dentifricio fatto in casa

  • 3 cucchiai colmi di argilla verde
  • 1 cucchiaio colmo di salvia e timo secchi e tritati finemente
  • 2 cucchiaini di bicarbonato
  • 3 gocce di olio essenziale di menta
  • 5 chiodi di garofano

preparazione del dentifricio fatto in casa

ingredienti del dentifricio fatto in casaUso erbe aromatiche dell’orto che raccolgo durante la stagione estiva, lavo accuratamente in acqua e bicarbonato, sciacquo e tampono su uno strofinaccio pulito per asciugarle. Metto le erbe in un sacchetto di carta o di cotone e le faccio seccare all’ombra in un posto ventilato. (Volendo le erbe si possono acquistare già essiccate, anche al supermercato)

Quando le erbe sono secche, le trito finemente, fino quasi a polverizzarle, con un macina-caffè.

in un vasetto pulito metto gli ingredienti: argilla, erbe polverizzate, bicarbonato, olio essenziale e i chiodi di garofano. chiudo il vasetto, scuoto e… il dentifricio è pronto!

Al momento del suo utilizzo con una piccola spatolina (recuperata dalla confezione di pappa reale, ma va bene qualsiasi cosa, anche uno dei bastoncini usati per mescolare il caffè o un legnetto pulito…) prelevo una piccola quantità di polvere (quella sufficiente a coprire la superficie dello spazzolino), la metto sullo spazzolino bagnato. L’acqua che impregna le setole dello spazzolino è più che sufficiente a inumidire la polvere e procedo a lavare accuratamente i denti.

Unica accortezza: pur avendo i chiodo di garofano con (blando) effetto conservante, bisogna assolutamente evitare di bagnare la polvere per garantirne una lunga durata.

Proprietà del dentifricio fatto in casa

Il dentifricio fatto in casa, diversamente da quelli acquistati al supermercato, non ha elementi schiumogeni; l’effetto pulente è garantito dall’argilla che ha, oltre a un delicatissimo effetto abrasivo (si tratta di una polvere sottilissima), anche proprietà antibatteriche e antiinfiammatorie. L’assenza di elementi schiumogeni (in genere tensioattivi come il SLS, sodium lauryl sulfate e/o derivati), non ha alcuna conseguenza sulla pulizia dei denti, come dimostrato in uno studio recente, in cui si evidenzia che la presenza di SLS non migliora affatto l’effetto pulente e può addirittura essere deleterio in presenza di afte. L’SLS può essere irritante per le cellule epiteliali di pelle e mucose, ma a concentrazioni MOLTO maggiori di quelle presenti nei dentifrici, anche se l’effetto combinato di SLS e triclosan (un antibatterico presente in alcuni dentifrici) può dar luogo a fenomeni irritativi per le mucose.

Il bicarbonato è un ottimo sbiancate e igienizzante, usato a volte anche in alcuni dentifrici commerciali. E’ stato dimostrato che ha una buona capacità di ridurre e rimuovere la placca batterica

L’olio essenziale di menta conferisce al dentifricio un buon sapore che rinfresca l’alito.

Per finire le erbe aromatiche: in uno studio recente si è dimostrato che la salvia (salvia officinalis), ha un’ottima capacità di inibire la formazione della placca batterica (dell’80%), ha un ottimo potere antiossidante e antiinfiammatorio.

Il timo ha un grande potere antibatterico, riconosciuto in diversi studi scientifici anche recenti.

Per finire molto importante, oltre al dentifricio, anche il modo con cui si lavano i denti. Ecco quindi un video esplicativo (con audio)

 

Consigli per gli acquisti

L’argilla verde può essere acquistata in un erboristeria oppure qui, l’olio essenziale di menta si può trovare in farmacia (da me carissimo!) in erboristeria oppure qui (ad un prezzo veramente superconveniente). I chidi di garofano si trovano in un qualsiasi supermercato, salvia e timo, se non li avete nel vostro giardino, li trovate naturalmente in qualsiasi supermercato ;-).

Precedente Ungaretti: poesie sulla guerra. Successivo Vezzano sul Crostolo: in camper e per sentieri con i bambini

Lascia un commento

*